logo Uberti consulenza viaggi

Europa Grecia Naxos

il tempio di Demetra a Naxos

la mia video recensione

 

Il tempio di Demetra a Naxos è un perfetto esempio di come siano mal gestiti i beni culturali in Grecia: di per se il tempio è bello dal punto di vista estetico ed interessante dal punto di vista storico culturale, ma è completamente abbandonato nel nulla, mal segnalato, mezzo ricostruito con marmi moderni (altrimenti non ci sarebbe davvero nulla da vedere) e soprattutto senza nessun pannello con informazioni adeguate per spiegare ai visitatori cosa si ha davanti agli occhi. O meglio: i pannelli c'erano, ma completamente bruciati dal sole tanto da essere illegibili. E il piccolo museo che completa il sito archeologico era chiuso (durante la stagione turistica, mica in inverno).

 

Nonostante tutto è un bel posto, molto fotogenico, e consiglio la visita.

Anche perché a Naxos non è che ci sia molto altro da vedere.

 

Questo è il mio video del tempio di Demetra a Naxos:

 

 

Ci vuole più tempo ad arrivarci che a visitarlo: in 10-15 minuti hai visto quel poco che c'è da vedere, fatto le foto ricordo e camminato avanti e indietro sul (bel) viale di accesso.

La visita al tempio di Demetra si inserisce bene in un giro dell'isola di Naxos che puoi fare in un giorno con un'auto a noleggio.

 

 

storia del tempio di Demetra a Naxos

Pure cercando su internet non si trovano informazioni approfondite su questo tempio, che risulta dunque abbandonato da tutti.

Si può solo dire che la costruzione del tempio venne iniziata nel 530 a.C. sotto il progetto di grande sviluppo urbanistico dell'isola di Naxos imposto dal tiranno Lygdamis, quindi questo tempio sorse contemporaneamente a quello di Apollo di fronte al porto di Naxos, la cui porta di accesso oggi è il simbolo dell'isola. Queste ambizioni urbanistiche atte a dimostrare la forza e l'importanza dell'isola furono probabilmente ispirate dallo sviluppo urbanistico imposto ad Atene dal tiranno Pisistrato, di cui Lygdamis era alleato e sostenitore.

Come il tempio di Apollo a Palatia venne prima abbandonato e poi riconvertito in chiesa verso il V-VI sec. d.C. per essere poi saccheggiato e distrutto nei secoli seguenti, sia dalle incursioni dei pirati, sia dal ri-uso dei suoi marmi per la costruzione di nuovi edifici durante la dominazione veneziana e turca.

Il tempio era dedicato a Demetra, la sorella di Zeus, che nella mitologia greca è la dea del grano e dell'agricoltura, protettrice del ciclo delle stagioni. Difatti sorge nel mezzo dei campi coltivati dell'isola. Demetra viene citata come la dea che "nelle mani reggeva fasci di grano e papaveri".

 

Richiesta di aiuto: se tu hai trovato notizie storiche consistenti sul tempio di Demetra ti chiederei la cortesia di segnalarmelo, così possiamo ampliare le informazioni da fornire ai turisti e rendere la visita più completa e interessante. Scrivimi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

dove si trova

Il tempio sorge in mezzo al nulla delle campagne nella parte meridionale dell'isola di Naxos, poco distante dal paesino di Sangri. La segnaletica stradale per il tempio è scarsa, ma nonostante tutto alla fine non è molto difficile da trovare: nei dintorni non c'è null'altro e alla fine il bianco marmo del tempio è ben visibile nella campagna circostante.

 

 

 

 

Clicca sul +1 se hai trovato interessanti queste informazioni:

 

data-size="standard" lang="it-IT"

 

Altri luoghi notevoli da visitare a Naxos:

 

tramonto Portara Naxos

la porta del tempio di Apollo a Naxos

L'icona dell'isola di Naxos è la porta del tempio di Apollo (detta anche "Portara"), unico resto del tempio stesso sul piccolo promontorio di Palatia. E' uno dei punti più fotogenici dell'isola ed è anche il luogo migliore per godersi il tramonto a Naxos. Ho realizzato una video recensione su Portara e un articolo con approfondimenti storici.

chiesa bizantina aghios Giorgios Halki Naxos

chiesa bizantina di agios Georgios Diasoritis

Nelle campagne attorno al paesino di Halki sorge l'antica chiesetta bizantina di agios Georgios Diasoritis. Dall'esterno la sua bellezza è nelle sue linee semplici ed essenziali, ma la vera sorpresa è all'interno: è completamente ricoperta di affreschi risalenti al sec. XI e in discreto stato di conservazione.
Merita sicuramente una visita. Vedi anche il mio articolo di approfondimento.

 

Salva

Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

seguimi su Facebook 16  Google color 16  Twitter 16  Youtube 16

 

 

 

per l'attribuzione dei crediti delle immagini in copertina vedi la pagina dei photocredits

questo sito ha +800 pagine   scoprile

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

Stati Uniti - New York City

isole del Pacifico

Islanda - Germania

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

FAQ (domande frequenti)

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.