logo Uberti consulenza viaggi

Europa Islanda 3

vulcani in Islanda

mappa dei vulcani attivi in Islanda

 

L'Islanda è famosa per i suoi tanti vulcani, ma proprio per il fatto che eruttano lava incandescente e possono risvegliarsi senza preavviso sono luoghi molto difficili e impegnativi da visitare. In ogni caso la visita va fatta sempre con escursioni organizzate da agenzie specializzate.

 

 

Bardarbunga-1

photocredit: peterhartree

 

 

Inoltre bisogna realizzare che non è possibile vedere da vicino zampilli di lava incandescente (se questo è il desiderio allora molto meglio un bel documentario) e visti dal vivo non sono come uno li sogna.

 

Ad ogni modo questi sono i principali vulcani d'Islanda:

 

Hekla

il vulcano Hekla

Nel passato era il vulcano più noto d'Islanda (oggi anche altri vulcani islandesi sono conosciuti da tutti per i disagi creati al traffico aereo europeo), e nel Medioevo si riteneva fosse la porta dell'inferno. Bello, ma difficilmente accessibile, quindi suggerisco di guardarlo da lontano e proseguire lungo la Ring Road.

Bardarbunga

il vulcano Bárðarbunga

Fino a poco tempo fa di questo vulcano in Europa non se ne era mai sentito parlare, ma è diventato famoso dopo la sua ultima eruzione del 2014. L'interesse è puramente scientifico: non si può avvicinare la zona e le eruzioni è meglio vederle nei video su youtube. Da non prendere quindi in considerazione come tappa del viaggio.

8-Krafla

il vulcano Krafla

Il Krafla è un vulcano non molto lontano dal lago Mývatn, ma a mio avviso non è una destinazione particolarmente interessante: l'area è caratterizzata da intensi fenomeni geotermici, ma non è molto spettacolare (niente zampilli di lava incandescente) e si vedono più centrali elettriche che panorami attraenti. Nel cratere c'è un lago turchese.

 

Snaefellsjokull-2

il vulcano Snæfell

Sull'estremità occidentale della penisola Snæfellsnes nell'Islanda occidentale si trova il vulcano Snæfell, ma è ricoperto dal ghiacciaio Snæfellsjökull. La grande fama del vulcano e del ghiacciaio si deve a Jules Verne che qui posizionò l'ingresso al suo Viaggio al centro della terra. L'area è protetta da un parco nazionale.

 

 

 

mappa e posizione dei vulcani in Islanda

In questa mappa i vulcani sono evidenziati dal marker marrone
(a parte lo Snæfell che è bianco)

 

 

 

Cosa vedere in Islanda:

 

cascate

cascate

Le cascate sono una delle grandi attrazioni turistiche d'Islanda, che essendo una terra dove neve e ghiaccio abbondano ne ha parecchie: le più belle e interessanti sono circa una ventina, sparse su tutta l'isola. Ho preparato dunque una pagina riepilogativa con mappa e indicazioni utili su tutte le cascate più famose.

ghiacciai

ghiacciai e lagune glaciali

I ghiacciai sono meno pericolosi dei vulcani, ma l'eventuale visita va comunque pianificata con attenzione: non bisogna mai avventurarsi da soli su un ghiacciaio, anche se si è esperti e attrezzati. Il posto più bello e facilmente godibile è la laguna glaciale di Jökulsárlón. Mappa e informazioni utili sui principali ghiacciai islandesi.

parchi

parchi naturali

Visto che non c'è nessuna città di rilievo o minimo interesse, anche la capitale Reykjavik è abbastanza insignificante, un viaggio in Islanda è un viaggio alla scoperta della natura selvaggia: quasi tutte le aree di maggiore interesse naturalistico sono protette da parchi nazionali. Mappa e informazioni utili sui principali parchi nazionali islandesi.
fiordi

fiordi

La costa islandese è molto frastagliata e quasi ovunque si trovano fiordi e insenature più o meno paesaggisticamente interessanti, ma la zona più conosciuta è quella dei fiordi occidentali. Anche sulla costa orientale c'è una zona di fiordi, ma meno attraente. Mappa recensioni e consigli utili per organizzare la visita ai fiordi islandesi.

 

guida di viaggio in Islanda

 

1-Reykjavik 

Reykjavik

La capitale islandese è il luogo dove sicuramente atterrerai (e da cui ripartirai). Non condivido le descrizioni sul suo fascino e carattere unico: a mio avviso una mezza giornata basta per visitarla, al massimo due notti e un giorno nel mezzo.
Guida ai migliori alberghi e ristoranti di Reykjavik, e mappa dei luoghi da visitare.

2-triangolo-1-Geysir

il circolo d'oro

Tre delle più belle attrazioni dell'Islanda si possono facilmente visitare anche in un solo giorno partendo da Reykjavik: il geyser di Geysir, la cascata Gullfoss e il sito storico di Þingvellir (uno dei due soli siti islandesi nella lista Unesco patrimonio dell'umanità). Solitamente il circolo d'oro è il primo tratto del viaggio in Islanda lungo la ring road.

3-sud-occidentale

Islanda sud occidentale

La zona più bella e interessante dell'Islanda sud occidentale è il sopra citato Circolo d'Oro, ma la regione offre anche altre tappe interessanti: le cascate Seljalandsfoss e Skógafoss, la calotta glaciale del Mýrdalsjökull, il promontorio di Dyrhólaey e la spiaggia di Reynisfjara. Interessante ma non accessibile il vulcano Hekla. Guida della regione.

4-sud-orientale

Islanda sud orientale

Le grandi attrazioni di questa zona sono il ghiacciaio del Vatnajökull (la più grande calotta glaciale del pianeta dopo i poli), e la splendida laguna glaciale di Jökulsárlón che si estende ai suoi piedi. In particolare la laguna glaciale è una tappa imperdibile per gli amanti della fotografia. Presente anche qualche cascata.

5-orientale

Islanda orientale

A meno che non mi sia sfuggito qualcosa di importante direi che l'Islanda orientale non è tra le zone più attraenti dell'isola. I suoi punti di maggiore interesse sono i fiordi orientali (da non confondere con quelli occidentali che sono i più belli) e la cascata Hengifoss. Da citare anche il lago Lagarfljót con annesso (presunto) mostro serpentiforme.

6-nord-orientale

Islanda nord orientale

Il baricentro dell'interesse turistico nell'Islanda nord orientale è il lago Mývatn, attorno a cui si trovano buona parte delle destinazioni più belle e interessanti della regione. L'altra zona di interesse è il canyon di Jökulsárgljúfur, adesso integrato nell'area del parco nazionale Vatnajökull, dove si trova anche la Dettifoss, una delle cascate più famose.

7-nord-occidentale

Islanda nord occidentale

L'Islanda nord occidentale (da non confondere con i fiordi occidentali che sono più a ovest) non è tra le regioni più interessanti dell'isola: Akureyri è la seconda città più grande d'Islanda, ma anche se la posizione in cui sorge è molto bella di per sé è una cittadina anonima e insignificante. L'unica destinazione interessante è la cascata Godafoss.

8-fiordi

i fiordi occidentali

La zona dei fiordi occidentali è molto bella dal punto di vista paesaggistico, ma spesso viene tagliata fuori dagli itinerari per mancanza di tempo o per le difficoltà ad esplorare tutta la zona (non tutte le strade sono asfaltate). Guida con foto video e informazioni utili sui fiordi più belli e interessanti.

9-occidentale

Islanda occidentale

La grande attrattiva dell'Islanda occidentale è la penisola di Snæfellsnes, definita dalle guida turistiche "Islanda in miniatura" per il fatto che vi si possono trovare tutte le attrazioni tipiche dell'Islanda (cascate, vulcani, ghiacciai, ecc.). Molto famoso anche il ghiacciaio Snæfellsjökull, quello di Viaggio al centro della terra di Jules Verne.

 

 

 photocredit immagine in copertina: Jonathan

Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

seguimi su Facebook 16  Google color 16  Twitter 16  Youtube 16

 

 

 

Hai già prenotato un hotel?    ... sicuro di aver scelto bene?     verifica

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

Stati Uniti - New York City

isole del Pacifico

Islanda - Germania

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

FAQ (domande frequenti)

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.