logo Uberti consulenza viaggi

Europa Islanda 3

il vulcano Hekla

foto e recensione di uno dei più famosi vulcani islandesi

 

Nel passato era il vulcano più noto d'Islanda (oggi anche altri vulcani islandesi sono conosciuti da tutti per i disagi creati al traffico aereo europeo), e nel Medioevo si riteneva fosse la porta dell'inferno.

 

 

Hekla-1

photocredit: Lydur Skulason

 

 

L'Hekla è sicuramente interessante, ma purtroppo difficilmente accessibile (non c'è strada asfaltata e salire sul vulcano è difficile e pericoloso), quindi suggerisco di guardarlo da lontano e proseguire lungo la Ring Road. 

 

 

Hekla-2

photocredit: Ulrich Latzenhofer

 

 

come raggiungere il vulcano Hekla

Salire sulle pendici del vulcano Hekla è in teoria possibile, ma io lo sconsiglio vivamente. E' un'escursione difficile, per cui bisogna essere attrezzati e preparati. Assolutamente da evitare in un normale viaggio in Islanda.

 

Inoltre è anche difficile raggiungere i punti di partenza dei sentieri per la salita: il parcheggio più vicino è sulla strada 26 e si trova a circa 16 km dal vulcano. La pista F225 che va da questo parcheggio al vulcano è in una categoria di strade per cui solitamente non si ha copertura assicurativa per la macchina presa a noleggio, anche se è un SUV.

 

Hekla-strada-1

photocredit: Marie and Alistair Knock

 

 

 

mappa e posizione del vulcano Hekla

Dalla mappa si capisce meglio la sua posizione isolata rispetto alla Ring Road:

 

 

 

altre destinazioni interessanti nell'Islanda sud-occidentale:

 

2-triangolo-1-Geysir

il circolo d'oro

Il Circolo d'Oro è la zona più bella e interessante dell'Islanda sud-occidentale che raccoglie tre delle più belle attrazioni dell'isola: il geyser di Geysir, la cascata Gullfoss e il sito storico di Þingvellir (uno dei due soli siti islandesi nella lista Unesco patrimonio dell'umanità). Solitamente questo è il primo tratto del viaggio in Islanda lungo la ring road.

Hjalparfoss

la valle Thjorsardalur e le cascate Hjálparfoss e Háifoss

Dopo aver visitato il Circolo d'Oro per tornare verso la Hringvegur (la Ring Road 1) è possibile fare una strada che allunga sicuramente il viaggio ma passa attraverso la scenografica valle Thjorsardalur, da cui è anche possibile visitare due belle cascate: la Hjálparfoss (facilmente raggiungibile) e la più bella Háifoss (solo in fuoristrada).

Eyrarbakki

i villaggi dei pescatori di Eyrarbakki e Stokkseyri

La Lonely Planet spaccia i due minuscoli villaggi di Eyrarbakki e Stokkseyri come due dei posti più belli e interessanti della costa sud occidentale dell'Islanda, ma a mio avviso sono due paesini brutti e insignificanti, con niente di interessante da vedere, e da cui anche il panorama è abbastanza desolante. Meglio saltarli e passare oltre.

Seljalandsfoss-0

la cascata Seljalandsfoss

Seljalandsfoss è una splendida cascata visibile anche dalla strada principale, ed è facilmente accessibile. L'acqua salta da una scarpata rocciosa e si tuffa in un piccolo laghetto. Si può anche passare dietro il getto della cascata camminando lungo un sentiero che passa vicino la roccia. Da vedere assolutamente.

Myrdalsjokull

la calotta glaciale del Mýrdalsjökull

Il ghiacciaio del Mýrdalsjökull si estende per 700 km2 e i suoi ghiacci raggiungono uno spessore di 750 metri, quindi dal punto di vista naturalistico è sicuramente un ghiacciaio interessantissimo, ma sfortunatamente è poco accessibile e la sua bellezza può essere ammirata solo con costosissime escursioni. Tanto vale saltarlo. Foto e video.

 

 

 

Booking.com

 

 

photocredit immagine in copertina: Jonathan

Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

seguimi su Facebook 16  Google color 16  Twitter 16  Youtube 16

 

 

 

Hai già prenotato un hotel?    ... sicuro di aver scelto bene?     verifica

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

Stati Uniti - New York City

isole del Pacifico

Islanda - Germania

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

FAQ (domande frequenti)

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.