logo Uberti consulenza viaggi

guida alla scoperta di Roma

Leonardo a Roma

le sue opere romane

 

Leonardo da Vinci soggiornò a Roma dal settembre del 1514 all'agosto del 1516, ma di questi suoi due anni a Roma purtroppo non rimane quasi traccia.

Arrivato a Roma il 24 settembre del 1514 Leonardo, grazie all'intercessione di Giuliano de' Medici (fratello del papa Leone X), ottenne dal pontefice il permesso di alloggiare in Vaticano negli appartamenti del Belvedere.

Leonardo venne però escluso dalle grandi opere in corso, come il cantiere di San Pietro e le decorazioni dei palazzi vaticani. Si dedicò quindi a studi matematici e scientifici.

Realizzò progetti di bonifica delle paludi pontine e per il porto di Civitavecchia, ma questi progetti non vennero mai realizzati.

 

Dovette lasciare Roma alla fine del 1516 a causa di una lettera anonima che lo accusava di stregoneria per i suoi studi di anatomia all'ospedale del Santo Spirito.

 

Oggi a Roma non rimangono opere da lui prodotte durante il soggiorno nella capitale.

 

Secondo il Vasari  Leonardo durante la sua permanenza a Roma realizzò "per messer Baldassarre Turini da Pescia, che era datario di Leone, un quadretto di una Nostra Donna col figliuolo in braccio con infinita diligenza e arte" e ritrasse "un fanciulletto che è bello e grazioso a maraviglia, che sono tutti e due a Pescia", ma delle due opere si è persa ogni traccia, unitamente alla Leda col cigno, celebre al tempo, e vista ancora da Cassiano dal Pozzo nel 1623 a Fontainebleau: "una Leda in piedi, quasi tutta ignuda, col cigno e due uova al piè della figura".

 

La Pinacoteca Vaticana conserva un suo San Girolamo, ma venne realizzato a Firenze nel 1480. Sul ritrovamento del San Girolamo esistono diverse storie curiose, ma pare probabilmente inventate, che lo riportano segato in due parti e ritrovato in botteghe di artigiani romani usato come tavola per un pianale di lavoro e per uno sgabello o cassapanca.

 

Alla Galleria Borghese è conservata una copia della Leda con Cigno realizzata verso il 1520 da un altro artista.

 

Raffaello diede il volto di Leonardo al Platone della sua famosissima Scuola di Atene.

 

 

Questo un breve video che riassume la vita e l'opera di Leonardo da Vinci in 10 punti:

 

 

 

Questi invece sono 5 grandi artisti che hanno lasciato molte opere visibili a Roma, alcune tra i luoghi simbolo della città eterna:

 

Gian Lorenzo Bernini

Gian Lorenzo Bernini

Artista poliedrico e multiforme, Bernini è considerato il massimo protagonista della cultura figurativa barocca. Molte le sue opere conservate a Roma, alcune non solo famosissime ma luoghi simbolo della città: il colonnato di piazza San Pietro e molte opere all'interno della basilica (suo il baldacchino bronzeo), la fontana dei Fiumi a piazza Navona, quella della Barcaccia a piazza di Spagna, il Tritone e molte altre.

Francesco Borromini

Francesco Borromini

Borromini è forse il nome meno noto al grande pubblico tra questi 5 grandi conosciuti a livello internazionale, questo perché operò quasi esclusivamente a Roma, città in cui è conosciutissimo. Famosa anche la sua rivalità con Bernini. Tra le sue opere più note: Sant'Ivo alla Sapienza, San Carlo alle Quattro Fontane, la galleria prospettica di Palazzo Spada.

Michelangelo Merisi Caravaggio

Michelangelo Merisi, il Caravaggio

A Roma "l'altro Michelangelo" è Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio (nome del luogo dove nacque, vicino Bergamo). Fu uomo con una personalità complessa e sensibile, e dalla vita assai movimentata: risse, arresti, fughe dalla giustizia. Rimane uno dei più celebri pittori italiani di tutti i tempi, e Roma è la città che ne conserva il maggior numero di opere.

Michelangelo Buonarroti

Michelangelo Buonarroti
Tra tutti i grandi artisti si può dire che Michelangelo fu il più grande, perché eccelse in tutti i campi dell'arte: scultura (Pietà Vaticana, Mosè a S.Pietro in Vincoli), pittura (gli affreschi della Cappella Sistina), architettura. Sue opere i due simboli della Roma laica e cattolica: piazza del Campidoglio e cupola di San Pietro.

Raffaello Sanzio

Raffaello Sanzio

Considerato tra i più grandi artisti d'ogni tempo, Raffaello fu uno dei pittori e architetti più celebri del rinascimento italiano. Molte le sue opere conservate a Roma, tra cui le più note sono i suoi affreschi nelle stanze vaticane. La sua tomba è al Pantheon.

per l'attribuzione dei crediti delle immagini in copertina vedi la pagina dei photocredits

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui io posso guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La mia commissione non incide sul costo totale, quindi usare i miei link a te non costa nulla e ripaga il mio servizio di consulenza viaggi che offro gratuitamente. maggiori informazioni

 

scritto con amore e attenzione da
Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

FB , YouTube , Linkedin

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

questo sito ha +1150 pagine   scoprile

mappa destinazioni

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

Stati Uniti - New York City

isole del Pacifico

Islanda - Germania

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

la mia esperienza: Linkedin

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

video presentazione Uberti consulenza viaggi

Salva

Salva

Salva

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.