logo Uberti consulenza viaggi

Uberti consulenza viaggi

Uberti consulenza viaggi destinazioni

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

errori da evitare quando cerchi un hotel

consigli utili per prenotare meglio

 

Al giorno d'oggi prenotare online un hotel per i propri viaggi è davvero facilissimo: basta andare su un sito di prenotazione hotel (vedi sotto quali sono i più affidabili), inserire destinazione e date di pernotto, il numero degli ospiti, e in pochi secondi compaiono tutte le offerte disponibili, e una volta scelta quella che piace di più con pochi clic si completa la prenotazione. L'unica cosa difficile in questo processo è scegliere l'hotel "giusto": per esperienza nel corso degli anni ho visto che l'errore più comune fatto dai viaggiatori italiani, anche quelli che si ritengono molto esperti nell'organizzarsi i viaggi da soli, è proprio quello di prenotare un hotel "sbagliato", in cui il concetto di "sbagliato" può assumere di volta in volta diversi significati. Anche solo: c'erano offerte migliori.

 

Trovo quindi utile riepilogare di seguito una serie di errori da evitare, selezionati tra i più comuni e più dannosi tra quelli abitualmente commessi dai viaggiatori italiani:

 

  • Usare siti di prenotazione poco affidabili.
    E' la cosa peggiore in assoluto. Generalmente si finisce a prenotare l'hotel su un sito poco affidabile quando si è alla ricerca disperata del prezzo migliore, fosse pure 2€ di risparmio su 100€ di spesa totale. Meglio affidarsi sempre e solo ai siti più affidabili, che principalmente per noi italiani sono: Expedia, Hotels, Booking.
    Errore simile è usare sempre e solo lo stesso sito: ad esempio Booking è ottimo nelle destinazioni secondarie in Italia e in Europa, ma negli USA o nelle grandi città all'estero solitamente è meglio usare Hotels.com ed Expedia.

  • Pretendere troppo con un budget troppo basso.
    Il costo minimo di una camera decente e pulita è sui 50€ solo in zone rurali non turistiche o cittadine minori in periodi di bassa stagione, o in poche città italiane dove la concorrenza selvaggia non regolamentata di B&B sorti come funghi ha portato a un drastico calo dei prezzi (come a Roma ad esempio), ma pensare che con 50-60€ si possa trovare una camera semplice e pulita in tutto il mondo è semplicemente sciocco.
    Non si può generalizzare troppo perché i prezzi variano moltissimo in funzione della destinazione e delle date di viaggio.

  • Non capire che la cancellazione gratuita ha un prezzo.
    Le camere possono essere vendute con tre diversi tipi di tariffe: "non rimborsabile" quando paghi in anticipo e non puoi cancellare la prenotazione, "rimborsabile con pagamento anticipato" quando paghi in anticipo ma puoi cancellare la prenotazione e ottenere indietro tutti i soldi versati (o in alcuni casi solo una parte, ma è più raro), "cancellabile e pagamento in hotel" quando non anticipi nulla e puoi cancellare senza problemi fino all'ultimo. Dovrebbe essere ovvio che le offerte non rimborsabili sono meno care di quelle in cui puoi cancellare fino all'ultimo momento senza nemmeno pagare in anticipo, ma vedo che questo concetto elementare sfugge ai più.
    Vedi anche overbooking in fondo alla lista.

  • Pensare che prenotando con Booking.com puoi sempre cancellare.
    Sbagliato! Il fatto che una prenotazione sia cancellabile o meno dipende da quello che offre l'albergo, non dal sito tramite cui si prenota. E si ricollega al discorso precedente.
    In particolare attenzione che Booking.com all'estero (ad esempio a New York City) a volte nel prezzo mostrato nei risultati di ricerca non include nemmeno le tasse.

  • Non leggere le condizioni.
    Nella descrizione dell'offerta i siti seri e affidabili spiegano sempre tutto: le condizioni di cancellazione, se wi-fi e colazione sono inclusi o meno, le dimensioni della stanza, le foto della stanza, se è in un seminterrato o nei piani alti, se ha vista mare o si affaccia all'interno, se ci sono tasse aggiuntive da pagare (imposte di soggiorno o resort fee), ecc. Inutile poi lamentarsi sul posto di qualcosa che era ben specificato da subito.

  • Prenotare un hotel troppo lontano.
    Simile al punto precedente: l'indirizzo è sempre ben specificato, quindi inseriscilo in Google Maps e calcola quanto ci metti a raggiungere i luoghi di tuo interesse (solitamente il centro della città) a piedi o con i mezzi pubblici. Meglio ancora visualizza le offerte su una mappa invece che ad elenco: tutti i siti ormai hanno questa funzione (pure con filtri).

  • Ridursi all'ultimo momento.
    Il modo migliore per non pagare troppo e trovare più scelta è sempre prenotare quanto prima possibile.

  • Affidarsi alla classificazione in stelle.
    Le stelle di un hotel indicano solo i servizi che offre, non la sua qualità effettiva. Inoltre questa classificazione varia in alcuni stati esteri (ad esempio negli Stati Uniti). Cercare un buon 4* in una grande città europea o americana è un ottimo modo per prendere una clamorosa fregatura. Non è detto che un 2* o un 3* sia necessariamente scarso, così come 5* non sono affatto sinonimo di lusso e qualità eccelsa.

  • Fidarsi delle recensioni online.
    Le recensioni degli altri viaggiatori sono uno strumento formidabile: le informazioni condivise da altri utenti che raccontano la loro esperienza con il semplice intento di aiutare gli altri secondo me sono tra le risorse più preziose che puoi trovare in internet nell'organizzazione del tuo viaggio. Purtroppo però ci sono molti problemi che complicano molto le cose, tra cui i due principali sono: 1) per albergatori disonesti è facile comprare centinaia di recensioni positive (o di negative da appioppare ad un hotel concorrente) scritte da ditte specializzate nelle fake reviews, e siti come Tripadvisor ancora non sono riusciti a risolvere il problema; 2) il mondo è purtroppo pieno di idioti e mi capita spesso di leggere molte/troppe recensioni fuorvianti. E' un argomento molto complesso, ma per riassumere ricorda che: tante recensioni positive non assicurano un ottimo hotel (potrebbero essere false/comprate), mentre tante recensioni negative solitamente sono un indicatore più affidabile.

  • Scegliere hotel con basso rating dei siti di prenotazione.
    Rispetto alle recensioni di Tripadvisor un indicatore molto più affidabile sono i punteggi estrapolati dalle recensioni dei viaggiatori sui siti di prenotazione: questo perché quelle recensioni corrispondono necessariamente ad una prenotazione realmente effettuata nell'albergo in quesione, mentre una recensione su Tripadvisor può anche essere scritta da uno che non ha mai messo piede nell'hotel di cui sta parlando bene o male.
    Errore comune però è quello di prenotare hotel con punteggio troppo basso. Argomento molto complicato, che però in estrema sintesi può essere riassunto con queste indicazioni: per andare sul sicuro su Booking e Hotels.com considera solo hotel con punteggio da 8 a salire, e su Expedia da 4 a salire.

  • Ragionare come in Italia anche per prenotazioni all'estero.
    Se in Italia sei riuscito a prenotare qualche "delizioso B&B" a 50€/notte non puoi cercare la stessa cosa a New York o Singapore. Raramente all'estero i B&B sono come in Italia, e raramente troverai buone camere a poco prezzo. Ci sono vari aspetti di questo fenomeno, comunque l'applicare ai viaggi esteri ragionamenti derivati dall'esperienza fatta in Italia è sempre deleterio. Evitalo.

  • Sottovalutare il costo della colazione.
    Ormai moltissimi alberghi considerano la colazione come un extra da concedere a parte, ovviamente a pagamento. Solitamente questo accade nelle grandi città, specialmente in quelle dove i prezzi delle camere sono più alte. Valuta quindi bene quanto è importante per te la colazione e quanto sei disposto a pagare: in alcune città (ad esempio New York City) la colazione viene fatta pagare uno sproposito, quindi se devi contenere i costi molto meglio rinunciarci e farla fuori.

  • Fare overbooking.
    Cioè prenotare più camere per lo stesso soggiorno e tenere in piedi le prenotazioni fino all'ultimo "tanto posso cancellarle gratuitamente". E' assolutamente inutile, irrispettoso nei confronti degli albergatori, e l'abuso di questa possibilità ha portato alla progressiva diminuzione della disponibilità degli albergatori a concederla.

 

In realtà di errori possibili ce ne sono anche tanti altri. Qui mi sono limitato solo a quelli più diffusi e ricorrenti.

 

se non sai proprio che scegliere
contattami per un consiglio personalizzato

 

Questo è un video in cui riepilogo 9 errori comuni che i viaggiatori italiani fanno quando devono scegliere e prenotare un albergo a New York City: i consigli dati sono validi in generale per qualsiasi grande città all'estero.

 

 

 

Ripeto: se non sai bene quale hotel prenotare per il tuo viaggio all'estero contattami per un consiglio personalizzato.

 

 

Detto questo vediamo i siti migliori per prenotare hotel online:

 

Booking.com 

Booking.com

Booking è il sito più usato dagli italiani quando si tratta di cercare e prenotare hotel online. E' sicuramente ottimo: semplice da usare, assolutamente affidabile, ottimi prezzi, buon servizio di assistenza (cosa rara), moltissimi hotel e B&B presenti. Fantastico. Ma non è l'unico da usare: leggi la mia recensione su Booking.com.

Expedia

Expedia

Expedia è la più grande agenzia di viaggi online al mondo: è assolutamente affidabile, ha ottimi prezzi, è l'unica ad offrire pacchetti volo+hotel davvero sicuri e convenienti, insomma è ottima. E conseguentemente è anche uno dei migliori siti dove prenotare online gli alberghi per le tue vacanze: leggi la mia recensione su Expedia.

Hotels.com

Hotels.com

Hotels.com è un sito poco conosciuto e poco usato dai viaggiatori italiani, ma secondo me è il migliore: fa parte del gruppo Expedia (quindi assolutamente affidabile), ha sempre ottime offerte e prezzi competitivi, un eccellente programma fidelizzazione, presenta le informazioni in modo chiaro e completo.
Leggi la mia recensione su Hotels.com.

 

 

Altri consigli utili per prenotare online i tuoi viaggi:

 

prenotare voli online

prenotare voli su internet

Guida completa alla prenotazione dei biglietti aerei: quali siti usare per la ricerca, quali per la prenotazione, quali aeroporti considerare, regole tariffarie, prezzi medi, errori da evitare. N.B. è sempre meglio prenotare direttamente dal sito della compagnia aerea, quindi questo argomento è collegato alla recensione delle principali linee aeree.

autonoleggio online

guida ai migliori siti per prenotare auto a noleggio

Sembra strano ma il modo migliore per prenotare un'auto a noleggio non è direttamente dai siti delle principali compagnie: conviene usare alcuni broker internazionali (scelti tra quelli affidabili) che offrono pacchetti auto+assicurazione a prezzi molto competitivi. Quelli che consiglio sono tutti testati e sicuri. guida al noleggio auto (in Italia e nel mondo)

per l'attribuzione dei crediti delle immagini in copertina vedi la pagina dei photocredits

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui io posso guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La mia commissione non incide sul costo totale, quindi usare i miei link a te non costa nulla e ripaga il mio servizio di consulenza viaggi che offro gratuitamente. maggiori informazioni

 

Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

seguimi su Facebook 16  Google plus  Youtube 16

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Hai già prenotato un hotel?    ... sicuro di aver scelto bene?     verifica

mappa destinazioni

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

Stati Uniti - New York City

isole del Pacifico

Islanda - Germania

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

la mia esperienza: Linkedin

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

video presentazione Uberti consulenza viaggi

Salva

Salva

Salva

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.