logo Uberti consulenza viaggi

Uberti consulenza viaggi

Salva

Uberti consulenza viaggi destinazioni

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

AGGIORNAMENTI CORONAVIRUS:
Fino a che dura l'ordine di restare a casa oltre a non uscire è meglio anche NON programmare nessun altro viaggio, poi per quando l'emergenza sarà finita vedi la mia pagina su coronavirus e viaggi, e la pagina di dettaglio su come il covid-19 influenza i viaggi negli Stati Uniti.

Ovviamente tutte le informazioni presenti sul sito sono da ritenersi valide solo al ritorno della normalità anche nelle destinazioni interessate.

mappe dei rischi

le destinazioni turistiche da evitare

 

Quando si comincia a progettare un viaggio o una vacanza è fondamentale considerare i possibili rischi connessi, cominciando proprio dal valutare quanto sia pericolosa in generale la destinazione scelta. Un errore comune è convincersi che un posto è sicuro perché online si trovano tante recensioni tranquillizzanti e tanti racconti di viaggio in cui si dice che è andato tutto bene. Ma il fatto che ad alcuni o a molti è andata bene ovviamente non vuol dire che in quei posti vada sempre tutto bene.

Un altro errore comune è non porsi minimamente il problema della sicurezza.

 

Certo c'è un problema oggettivo: come stabilire se un posto è pericoloso o meno? E soprattutto: quanto pericoloso? Rischi e pericoli cambiano continuamente al cambiare delle situazioni economiche e sociali dei vari luoghi, e inoltre la percezione del rischio varia da individuo a individuo: quello che io percepisco come pericoloso potrebbe essere un posto che a te pare tutto sommato tranquillo. Molto dipende dal livello di sicurezza a cui siamo abituati nel posto dove viviamo (con questo criterio noi romani dovremmo trovarci mediamente a nostro agio in parecchie metropoli).

 

Un criterio oggettivo che ho trovato per dare almeno un'idea di massima sulla pericolosità relativa delle varie destinazioni turistiche nel mondo è quello di far riferimento alle mappe dei rischi elaborate sulla base di alcuni indici di riferimento: diverse organizzazioni internazionali ogni anno stilano classifiche delle nazioni più sicure, del numero dei crimini commessi, della corruzione, dello stato dell'economia, ecc. ecc., e assegnando un punteggio ad ogni nazione producono mappe che mostrano a colpo d'occhio quali paesi sono più o meno sicuri.

 

Bisogna ovviamente fare riferimento ad indici significativi. E ricordarsi di considerare che diverse destinazioni all'interno di uno stesso stato possono avere un livello di sicurezza/pericolosità estremamente diverso: per fare un esempio italiano è ovvio che è molto diverso passeggiare in Alta Badia nelle belle giornate estive o passeggiare nei dintorni della stazione Termini a Roma di notte. Similmente negli Stati Uniti un viaggio on the road alla scoperta dei parchi nazionali dello Utah è sostanzialmente super sicuro (i rischi sono solo le improvvise inondazioni dei canyon), un soggiorno a New York City è tendenzialmente non pericoloso quando si rimane nelle aree turistiche e non si va in giro di notte, ma avventurarsi in Texas (o anche semplicemente a Los Angeles) nelle zone sbagliate può rivelarsi potenzialmente pericoloso.

 

Bisogna anche considerare che un paese considerato sicurissimo in quasi tutte le statistiche basate su indici economici e sociali, ad esempio l'Islanda, potrebbe diventare pericoloso per altri motivi, ad esempio per fenomeni naturali (in Islanda è pericoloso avventurarsi su ghiacciai, o vulcani, o strade sterrate dell'interno, o sottovalutare clima e temperature, ecc.). Discorso simile per gli uragani in Florida.

 

N.B. queste mappe rappresentano i rischi principali sempre presenti, e NON sono aggiornate su eventuali emergenze impreviste, quali ad esempio i rischi connessi ad epidemie improvvise o pandemie.

 

Ma ad ogni modo queste mappe sono un ottimo punto di partenza per cominciare a farsi un'idea della pericolosità di una possibile destinazione turistica.

Io ad esempio voglio andare in vacanza solo in posti sicuri, dove ci sia uno stato di diritto funzionante, dove non sia presente corruzione, dove i servizi pubblici (ad esempio polizia e assistenza sanitaria) funzionano bene.

 

Queste alcune possibili mappe utili:

 

 

Global Peace Index

L'Indice della Pace Globale (Global Peace Index) è un tentativo di classificare gli stati e le regioni in base a fattori che ne determinino lo stato di pacificità, o meglio l'attitudine di un determinato paese a essere considerato pacifico. L'indice è sviluppato dall'Institute for Economics and Peace (IEP) in collaborazione con esperti ed istituti internazionali sulla base di dati forniti e rielaborati dall'Economist Intelligence Unit, società di ricerca e consulenza che fornisce analisi sulla gestione di stati e aziende. 

Viene elaborato annualmente, e sulla base dei punteggi raggiunti da ogni nazione vengono prodotte mappe per visualizzare la situazione internazionale a colpo d'occhio.

 

Questa la mappa dell'indice 2019:

 

versione originale interattiva

Global Peace Index mappa

 

Scorrendo la barra in basso al centro si possono visualizzare le mappe degli anni passati, per capire come varia la pace/sicurezza (reale o percepita) nel corso del tempo.

 

 

indice di percezione della corruzione

La corruzione è una piaga delle istituzioni in tutto il mondo. Si può sinteticamente definire come "l'abuso di pubblici uffici per il guadagno privato". Ed è un buon indice della potenziale pericolosità di una destinazione turistica: una nazione in cui c'è mediamente poca corruzione è più sicura rispetto ad una in cui la corruzione è dilagante. Pensa ad esempio alle storie dei poliziotti di alcune nazioni che in alcune situazioni intimidiscono i turisti facendogli poi capire che con una piccola mancia (a volte anche pochi dollari) li lasciano andare via tranquilli.

 

Indice e mappe sono pubblicate da transparency.org

 

Questa la mappa aggiornata al 2019:

 

indice percezione corruzione 2019

 

Più un paese è giallo meglio è, più è rosso peggio è.

Interessante notare come la mappa che ne viene fuori è sostanzialmente consistente con quella del Global Peace Index, nonostante siano basate su parametri differenti.

 

 

Travel Risk Map

Interessanti anche le mappe pubblicate dalla International SOS, la più grande società al mondo che si occupa di servizi di sicurezza in viaggio.

 

Questa la mappa sulla sicurezza in viaggio:

 

Travel Security Risk International SOS

 

E questa la mappa dei rischi sanitari:

 

Travel Security Risk International SOS medic

 

N.B. questa mappa dei rischi sanitari è generica e NON aggiornata rispetto ad epidemie tipo Coronavirus.

 

Notare le leggere differenze tra le due mappe per l'Africa e il sud America.

 

 

destinazioni sicure

Quindi dove andare in vacanza senza troppi patemi d'animo per la propria sicurezza? Dal confronto delle mappe si deduce la stessa cosa che dovrebbe suggerire il buon senso unito ad una minima conoscenza del mondo: le destinazioni meno pericolose sono tutte in Europa, vicino casa nostra, seguite da Stati Uniti e Canada, e isole del Pacifico. Proprio le destinazioni su cui mi sono specializzato: voglio evitare a priori destinazioni problematiche come Africa, centro e sud America, buona parte dell'Asia.

 

 

viaggiaresicuri del Ministero degli Esteri

Per qualsiasi destinazione è sempre meglio verificare gli avvisi relativi emanati dal nostro Ministero degli Esteri sul sito viaggiaresicuri.it , e controllarne i bollettini prima di partire.

 

 

viaggiaresicuri mondo 550x400

 

 

Ricordati anche di segnalare sempre la tua presenza all'estero sul sito dovesiamonelmondo.it così nel caso di emergenze particolari il nostro Ministero degli Esteri saprà dove sei.

 

 

Questa pagina sulle mappe dei rischi delle varie destinazioni turistiche nel mondo fu una delle prime che pubblicai su questo sito, è online fin dal 2011, e tristemente è tra quelle meno visitate in assoluto: gli italiani quando vanno in vacanza vogliono solo essere allegri e spensierati, sono restii a considerare possibili pericoli, e se gli fai notare che alcune destinazioni in Africa o centro-sud America sono pericolose o non ti ascoltano minimamente o ti chiedono aggressivamente spiegazioni e giustificazioni (poi cambiano consulente viaggi e si affidano al travel blogger che li rassicura sul viaggio che vogliono realizzare).

 

 

 

 

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui io posso guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La mia commissione non incide sul costo totale, quindi usare i miei link a te non costa nulla e ripaga il mio servizio di consulenza viaggi che offro gratuitamente. maggiori informazioni

 

scritto con attenzione e dedizione da
Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

FB , YouTube , Linkedin

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

questo sito ha +1300 pagine   scoprile

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

New York - California

Maldive - Caraibi

Islanda - Londra

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

la mia esperienza: Linkedin

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.