logo Uberti consulenza viaggi

guida viaggio New York City

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

guida di viaggio New York City

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

AGGIORNAMENTI CORONAVIRUS:
Fino a che dura l'ordine di restare a casa oltre a non uscire è meglio anche NON programmare nessun altro viaggio, poi per quando l'emergenza sarà finita vedi la mia pagina su coronavirus e viaggi, e la pagina di dettaglio su come il covid-19 influenza i viaggi negli Stati Uniti.

Ovviamente tutte le informazioni presenti sul sito sono da ritenersi valide solo al ritorno della normalità anche nelle destinazioni interessate.

le resort fee negli hotel di New York

tutto ciò che devi sapere

 

In aggiunta ai prezzi delle camere già notevolmente elevati a New York City molti hotel da alcuni anni hanno avuto la bella idea (copiata dagli hotel di Las Vegas) di aggiungere al conto degli ospiti una odiosa "resort fee" (dove in inglese "fee" in questo caso si può tradurre con "tariffa", o "imposta", o "commissione aggiuntiva", insomma un extra da pagare a parte) a copertura di alcuni servizi offerti, indipendentemente dall'uso effettivo di quei servizi da parte dell'ospite: quindi anche se non usi nessuno dei servizi a cui nominalmente la resort fee fa riferimento la devi pagare comunque.

 

L'importo di questa "tassa extra" varia da hotel ad hotel, ed è aumentata velocemente nel corso di questi ultimi anni. Al momento le resort fee degli hotel a Manhattan sono circa

 

15-60$ a camera per notte

 

Quindi un'importo rilevante su 5-7 notti totali di soggiorno, un'importo di cui tener conto nella scelta dell'hotel.

 

Fortunatamente la buona notizia è che oggi queste resort fee sono automaticamente incluse nel prezzo totale mostrato dai principali siti di prenotazione hotel:

 

Hotels.com e Booking.com
automaticamente includono le resort fee nel prezzo totale
assieme alle tasse e all'imposta di soggiorno

 

Quindi in realtà non ti devi preoccupare più di tanto: basta sapere cosa sono le resort fee, così non si rimane sorpresi quando appaiono nel conto dell'hotel, poi però la scelta di quale hotel prenotare per noi dipende essenzialmente dal costo totale del pernottamento e non da come quel costo è suddiviso tra tariffe e imposte.

 

 

N.B. solitamente viene chiamata "resort fee", anche da hotel che non sono affatto resort o hotel di lusso (e in alcuni casi la cosa diventa ridicola oltre che vergognosa), ma quando si tratta di arraffare soldi la fantasia non ha limiti e queste tariffe obbligatorie sono anche chiamate con altri nomi: "amenity fee", "destination fee" o "destination charge" (da non confondere con la nostra "tassa di soggiorno", visto che queste fee vanno nelle tasche dell'albergo e non della città in cui sei ospite a compenso dei servizi offerti dalla città), "service charge", "urban fee" ... e prossimamente si inventeranno altri nomi. Ma è sempre la stessa cosa: un sistema subdolo per dividere in più parti l'importo da pagare confondendo il cliente.

 

Ovviamente qualsiasi hotel è libero di fissare il prezzo che meglio ritiene opportuno, siamo nel libero mercato, ma fregare i clienti aggiungendo extra fee nascoste e sostanzialmente ingiustificate senza specificarlo chiaramente è davvero vergognoso: non vengo trattato come un gradito e rispettato cliente, ma come una mucca da mungere.

Poi si può anche decidere di vendere a parte servizi extra come la colazione, che alcuni preferiscono saltare per risparmiare, o il parcheggio in garage, che a New York City è inutile per la quasi totalità dei viaggiatori stranieri, o il wi-fi (che a mio avviso ormai dovrebbe essere sempre incluso, ma che potrei pure pagarmi da solo a parte con un contratto speciale per la mia sim card), ma non presentare una fee che nominalmente copre il costo di alcuni servizi offerti, ma poi in pratica è obbligatoria indipendentemente dall'uso di questi servizi: questa a mio avviso è una pratica ai limiti della truffa.
Ma a New York funziona così, e se si vuole andare nella grande mela bisogna accettarlo: in fondo siamo liberi di scegliere l'hotel che vogliamo.

 

 

verificare le resort fee

Per molto tempo ho pubblicato a aggiornato periodicamente una lista gli importi delle resort fee di tutti gli alberghi di Manhattan, poi però ad un certo punto ho lasciato perdere: cambiano di continuo (aumentano, ovviamente) e in realtà visto che sono automaticamente incluse nel totale mostrato da Hotels.com e Booking.com alla fine più di tanto non importano, quindi inutile stare ad impazzire per tenere questo elenco aggiornato.

 

Ritengo invece più utile farti vedere come verificare le resort fee su Hotels.com e Booking.com (entrambi le includono nel totale mostrato nei risultati di ricerca, ma le visualizzano in modo diverso nelle schermate successive).

 

Hotels.com è il sito che le riporta più chiaramente, e a mio avviso è pure il sito migliore tramite cui prenotare hotel a New York City e nelle principali città americane.

Quando entri nella pagina di dettaglio di un qualsiasi albergo su Hotels.com se scorri verso il basso quasi a fondo pagina troverai una sezione dedicata dove vengono riepilogate sia le resort fee che il costo degli altri extra facoltativi (colazione, wi-fi, parcheggio, ecc.) da pagare all'hotel:

 

Hotels com resort fee New York City dettaglio

 

Poi quando si seleziona una camera da prenotare e si arriva alla schermata dove si inseriscono i propri dati e quelli della carta di credito, sulla destra c'è la colonna di dettaglio dove il prezzo da pagare è scomposto in tutte le sue parti, e vengono specificate bene anche le eventuali resort fee:

 

Hotels com resort fee New York City

 

N.B. le resort fee possono essere chiamate in vari modi in questi riepiloghi, ad esempio in questo screenshot sono indicate come "supplementi obbligatori riscossi dall'hotel". Inoltre le resort fee newyorkesi sono ovviamente in dollari americani, ma Hotels.com le traduce sempre in euro al cambio attuale.

 

Booking.com invece riporta solo una nota sintetica sulla sinistra della scheda relativa al prezzo delle camere, senza però specificare a quanto ammontano le eventuali resort fee:

 

Booking resort fee New York City

 

 

Secondo me un buon hotel non dovrebbe applicare nessuna resort fee: può fissare prezzi alti quanto vuole, e separare il costo di servizi accessori (colazione, wi-fi, parcheggio, ecc.) in modo che il cliente possa scegliere solo i servizi che davvero gli interessano, ma senza applicare nessun supplemento obbligatorio per servizi quasi inutili e non richiesti.

 

 

Se non sai quale hotel scegliere a New York

 

contattami per un consiglio personalizzato

 

Ti ricordo che la mia consulenza è gratuita.

 

 

Altri consigli per la scelta dell'alloggio a New York City:

 

hotel economici

hotel economici

A New York il concetto di economico è relativo: a Manhattan di solito non si trovano alberghi raccomandabili a meno di 150€/notte (a parte la bassa stagione dal 2 gennaio a marzo in cui i prezzi crollano). Inoltre più il prezzo è basso più aumenta il rischio fregatura: leggi i miei consigli in proposito. Ti segnalo in particolare gli hotel di Long Island City e Jersey City.

hotel qualita prezzo a New York

miglior rapporto qualità/prezzo

A Manhattan ci sono pochissimi hotel consigliabili con un rapporto qualità/prezzo davvero vantaggioso, qualcosa in più si trova invece negli altri quartieri periferici. Ovviamente molto dipende dalle date esatte di soggiorno e dall'anticipo di prenotazione. Col tempo e l'esperienza ormai conosco bene tutti gli hotel di New York con il miglior rapporto qualità/prezzo.

guida alla scelta hotel a New York City

guida alla scelta di un buon hotel

Per aiutarti a scegliere e prenotare l'alloggio migliore per le tue esigenze (e soprattutto in linea con il tuo budget) ho raccolto 9 errori da evitare quando cerchi un hotel per la tua vacanza a New York City. Sono tutti errori comuni tra i viaggiatori italiani, spesso anche esperti.

bed bugs cimici da letto hotel New York il problema dei bed bugs

A New York City le cimici da letto (bed bugs in inglese) sono un problema molto diffuso in molti alberghi. Non portano malattie infettive, ma pungono e lasciano segni molto fastidiosi: per questo bisogna considerare seriamente il problema.
Leggi l'approfondimento sui bed bugs e i consigli su come evitarli.

 

Consigli per organizzare il viaggio a New York City:

 

assicurazione viaggio Stati Uniti

assicurazione sanitaria

Per un viaggio negli Stati Uniti è necessaria un'assicurazione che copra eventuali spese sanitarie: formalmente non è obbligatoria, ma se avrai necessità di cure mediche i conti possono essere astronomici. Leggi con attenzione la mia guida alla scelta dell'assicurazione per orientarti tra le offerte e capire contratti e condizioni. Posso darti anche codici sconto.

guida migliori ristoranti New York City

dove mangiare

Guida pratica ai migliori ristoranti consigliati a New York City per ogni categoria: i migliori in assoluto, italiani, pizzerie, cinesi, i migliori hamburger, ristoranti con vista, per cene romantiche, stellati Michelin, consigliati a pranzo. Per ogni ristorante segnalato trovi i link ai menu online per poter stimare i costi. Guida aggiornata periodicamente.

New York pass

i PASS per risparmiare

Visto che a New York l'ingresso alle varie attrazioni (musei, luoghi di interesse, attività, ecc.) costa molto, sono stati creati degli speciali pass che permettono l'accesso ad una selezione di posti ad un prezzo forfettario, con un buon risparmio. Ce ne sono diversi, con un ampio range di prezzi e diverse modalità di funzionamento: vedi la mia tabella di confronto.

mance negli USA

mance negli USA

La questione è complessa, ma si può riassumere in: le mance NON sono obbligatorie, l'onere di pagare i camerieri è del proprietario e non del cliente, le leggi USA prevedono una paga minima, e gli stipendi dei camerieri non sono così bassi come si pensa (a New York arrivano a 50-60.000$ l'anno). Non sentirti obbligato.

 

 

per l'attribuzione dei crediti delle immagini in copertina vedi la pagina dei photocredits

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui io posso guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La mia commissione non incide sul costo totale, quindi usare i miei link a te non costa nulla e ripaga il mio servizio di consulenza viaggi che offro gratuitamente. maggiori informazioni

 

scritto con attenzione e dedizione da
Mariano Guido Uberti tondo 64x64  

Mariano Guido Uberti

wizard of travel

FB , YouTube , Linkedin

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Hai già prenotato un hotel?    ... sicuro di aver scelto bene?     verifica

risorse utili:

prenotare hotel

noleggio auto

prenotazione voli

guida assicurazioni

clima ideale

 

top guide di viaggio

New York - California

Maldive - Caraibi

Islanda - Londra

la mia consulenza:

come funziona

perché gratis

la mia esperienza: Linkedin

 

i miei contatti

mariano@uberti.eu 

 

follow me

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili per migliorare la tua esperienza sul sito stesso. Per approfondimenti consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.